Alternanza scuola-lavoro

ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

                                                 

     L’Alternanza Scuola-Lavoro  rappresenta una modalità di apprendimento che mira a perseguire le seguenti finalità:

  • Collegare la formazione in aula con l’esperienza pratica in ambienti operativi reali;
  • Favorire l’orientamento dei giovani valorizzandone le vocazioni personali;
  • Arricchire la formazione degli allievi con l’acquisizione di competenze spendibili nel mercato del lavoro;
  • Realizzare un collegamento tra l’istituzione scolastica, il mondo del lavoro e la società;
  • Correlare l'offerta formativa allo sviluppo culturale, sociale ed economico del territorio.  

E’ il progetto principale, il più importante della nostra scuola.

 In questi anni l’Alternanza è stata recepita nei Piani dell’Offerta Formativa (POF) dei diversi istituti scolastici, trovando un’adozione sempre più ampia. Anche nel mondo del lavoro sono aumentate le aziende/gli Enti che si sono resi disponibili a collaborare fattivamente con la scuola, contribuendo alla realizzazione di progetti significativi.

Il nostro Istituto realizza da anni una significativa attività di Alternanza Scuola-Lavoro, in collaborazione con le aziende del territorio, proponendo in particolare stage in azienda agli alunni delle classi terze, quarte e quinte per tre settimane continuative. Per l’indirizzo dell’ ”Operatore del Benessere”, le classi coinvolte sono le prime, le seconde e le terze. Tutti gli alunni della classe sono coinvolti. Inoltre, il periodo dello stage è curricolare, compreso cioè tra l’inizio e la fine delle lezioni, generalmente nel pentamestre.  La didattica in aula nelle varie discipline è progettata  tenendo conto di questo periodo in cui gli allievi si recheranno nelle aziende.

La durata dell’esperienza (tre settimane continuative) risponde all’esigenza espressa dalle imprese/Enti di disporre di  un periodo consistente  per poter condurre con i ragazzi esperienze formative e significative. Inoltre, la condizione che si svolga nel periodo scolastico curricolare è dettata dalla finalità precipua dell’Alternanza: creare esperienze formative fuori dall’aula che non siano esclusivamente stage, anche se professionalizzanti, proponendo quindi in aula una preparazione dell’esperienza che gli allievi andranno a condurre ed una successiva riflessione su questa.

Oggi la legge 107 sulla Buona Scuola indica in 400  il numero minimo di ore da dedicare all’Alternanza per gli Istituti professionali nell’arco del triennio; di fatto il nostro Istituto svolgeva già nel triennio, prima dell’attuale riforma, 360 ore solo di stage in azienda, per ciascun alunno, con una differenza nel triennio di una sola settimana in più, che verrà aggiunta in uno qualsiasi dei tre anni previsti.

 In allegato, il progetto per l'alternanza scuola-lavoro della nostra scuola.