Libri di testo gratuiti: le indicazioni del MIUR

A seguito dell'accordo sottoscritto tra il MIUR e gli Editori italiani, le famiglie residenti in uno dei 140 Comuni, individuati come cratere dal Decreto n. 189 del 17/10/2016, possono effettuare la richiesta per la donazione dei libri di testo per l'anno scolastico 2017/2018. Le indicazioni, fornite il 10 luglio scorso dal Ministero alle scuole, chiariscono che sarà direttamente l'Associazione Italiana Editori a donare i libri di testo, fornendo dei voucher per poterli ritirare presso le librerie individuate dall'associazione ALI Confcommercio e situate nel Comune di residenza o nei comuni limitrofi, .

Tuttavia, al fine di individuare gli effettivi beneficiari, nel limite delle donazioni massime disponibili, sarà effettuata una rilevazione volta a verificare la sussistenza, da parte dei richiedenti, dei seguenti criteri:

- residenza certificata come prima casa in uno dei comuni appartenenti al cratere sismico (Decreto n. 189 del 17/10/2016);
- inagibilità abitativa certificata;
- eventuale stato di disoccupazione e/o perdita dell’attività produttiva, determinato successivamente agli eventi sismici a partire dal sisma del 24/08/2016 (non obbligatorio);
- autocertificazione del reddito complessivo come da documento ISEE fino a un massimo di € 32000 (l’Amministrazione si riserva il diritto di richiedere la documentazione in originale).

La richiesta del beneficio dovrà essere effettuata entro il 25 luglio 2017 attraverso la piattaforma online che è disponibile all’indirizzo http://terremoto.areearischio.it .

Ad operazione conclusa il sistema rilascerà un attestato di avvenuta registrazione.

A chiusura delle iscrizioni, dopo il 25 luglio p.v., coloro che hanno ottenuto il beneficio riceveranno al proprio indirizzo di posta elettronica le indicazioni per scaricare il voucher digitale per il ritiro dei testi.